domenica 28 giugno 2015

NELL’INDIFFERENZA DEL PARTITO NEW KOMEITO
Pena di morte: eseguita condanna in Giappone
Un condannato a morte è stato giustiziato questa mattina in Giappone per impiccagione: si tratta della prima esecuzione di quest'anno nel paese, la nona dal ritorno al potere dei conservatori nel dicembre del 2012. Le ultime esecuzioni in Giappone risalivano a settembre e dicembre del 2013.
NESSUNO TOCCHI CAINO
GIAPPONE: UN GIUSTIZIATO PER OMICIDIO, DODICESIMA ESECUZIONE DEL GOVERNO ABE
25 giugno 2015: il Giappone ha giustiziato un uomo di 44 anni che aveva rapinato e ucciso una donna di 31 anni dopo aver pianificato il crimine con complici conosciuti online.
L'esecuzione porta a 12 il numero totale di condanne a morte eseguite da quando il Primo Ministro Shinzo Abe ha preso il potere nel 2012.
Tsukasa Kanda è stato impiccato a Nagoya per l'omicidio di Rie Isogai, commesso nel 2007 nella stessa città.
Insieme a due complici incontrati online, aveva ideato un piano per colpire una donna vittima casuale. Dopo di che, i tre hanno rapito Isogai per strada a Nagoya e l’hanno soffocata avvolgendole la testa con un sacchetto di plastica, nastro adesivo e corda, prima di ucciderla a martellate.

Kanda non ha fatto appello contro la condanna a morte inflitta dal tribunale distrettuale, mentre i suoi complici, che lo hanno fatto, stanno scontando condanne a vita. (Fonti: AFP, 25/06/2015) Per saperne di piu' :