sabato 11 luglio 2015

BAMBINI SOLDATO, KAMIKAZE
orrore senza fine.........


L’orrore nell’orrore. Da Boko Haram all’Isis, passando per le filiere qaediste in Pakistan, Somalia, Palestina, Yemen. L’orrore dei bambini-kamikaze, arruolati a forza e usati come (inconsapevoli) strumenti di morte. Numeri impressionanti, come le storie di ognuno di loro. L’utilizzo dei bambini kamikaze è in aumento, ed è in diminuzione la loro età. Le associazioni umanitarie parlano di 300 mila di età minore ai quattordici anni nei vari continenti.
Secondo quanto dichiarato al Consiglio di Sicurezza dell’Onu da Leila Zerrougui, rappresentante speciale delle Nazioni Unite per i minori nei conflitti armati, "da gennaio 2014 in Iraq almeno 700 bambini sono stati uccisi o mutilati, vittime anche di esecuzioni sommarie". Perché l’Isis non si fa scrupolo di addestrare, utilizzare e, in casi di necessità, uccidere anche i bambini, reclutati dai predicatori e attirati dal martirio che la Jihad offre.