sabato 18 luglio 2015

NO AL RAZZISMO

           in questi giorni si sono verificate tante brutte manifestazioni di razzismo da far vergognare le persone per bene che ancora sono la maggioranza del popolo italiano.
Suppellettili date alle fiamme in quel di Treviso per impedire l'arrivo dei profughi, a Roma durissimi scontri con la polizia per lo stesso motivo, scontri fomentati dai neo-fascisti di Casapound  ed infine una testa di maiale inviata alla comunità Islamica milanese in concomitanza della fine del RAMADAN. Se tutto questo non è soffiare sul fuoco della violenza razzista e voler fomentare odio nei confronti di queste persone che fuggono dai loro paesi a causa di guerre, fame e intolleranze varie......per lo più causate proprio dalle nostre evolute società impegnate a far razzia delle risorse che i loro martoriati paesi ci offrono a buon mercato. A questi xenofobi, razzisti, omofobi,  fascisti dovremmo ricordare come anche il popolo italiano è stato costretto ad emigrare a causa dell'estrema povertà in cui versava ed a causa anche della mancanza delle libertà di base (fascismo), bisogna ricordare a quali vessazioni, discriminazioni ed umiliazioni era sottoposto. I vari Salvini, Meloni, Grillo hanno il buon senso di riconoscere i danni che stanno facendo al nostro povero popolo ??? No, per un pugno di voti venderebbero anche la loro madre, figuriamoci se possono fermarsi di fronte all'odio che stanno instillando nelle mente di tante brave persone, creando il potenziale pericolo di qualche cosa di irreparabile. Enrico IV di Navarra affermò ...." Parigi val bene una messa " figuriamoci l'inutile vita di uomini di colore, scusate volevo dire negri se per questa gentaglia hanno un qualche valore rispetto alla possibilità di conquistare una presidenza del consiglio ecc. Sono sicuro che il solito razzista buon tempone e di scarsa intelligenza mi indicherà come buonista di merda e mi inviterà a prendere a casa mia qualcuno di questi profughi, visto che li difendo tanto. Queste sono le loro tradizionali e classiche obbiezioni..........Or bene io prenderò almeno un profugo se loro prenderanno in casa un italiano in difficoltà, visto che dicono di difendere gli interessi del nostro povero e martoriato popolo. Ma fra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare.............