giovedì 9 luglio 2015

Se non visualizzi correttamente questa email clicca qui


condividi su facebook
twitter
Amnesty International
Ciao Guido
qualche giorno fa ti abbiamo scritto per chiederti di firmare un appello e aiutare Yecenia Armenta nella sua battaglia per la giustizia.
Arrestata, torturata, picchiata e violentata, costretta a confessare un crimine che non ha commesso, Yecenia è in carcere da tre anni, mentre i suoi torturatori non sono stati nemmeno sottoposti a processo.
"Tre anni: ho visto le estati arrivare e svanire, persone arrivare e lasciare questo posto. In questi anni i miei figli sono cresciuti, fuori da queste mura. Tre anni di movimento e cambiamento, ma io resto sempre qui..."

Purtroppo Yecenia non è l’unica. Sono migliaia le vittime della tortura per mano di esercito e polizia in Messico.

Ma per combattere la tortura, Guido abbiamo bisogno anche di te.

Con la tua donazione potremo aiutare Yecenia a uscire dal carcere, a ricevere giustizia, a tornare a una vita normale.

Ci permetterai di documentare casi come questo, di denunciarli e di fare pressione sulle autorità affinché fermino questa brutalità.

In questo momento ci sono persone che rischiano di essere torturate, tu puoi aiutarci a salvarle.

Sostieni Amnesty, Guido, difendi con noi i diritti umani!
Grazie
 
Laura Renzi
Responsabile campagna "Stop alla tortura"
Amnesty International Italia
Il trattamento dei dati degli iscritti alla newsletter è conforme a quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196). Se non desideri ricevere ulteriormente comunicazioni clicca qui per rimuovere il tuo indirizzo email