sabato 29 agosto 2015


DALLA SIRIA ALL'UNGHERIA..........

l'esodo continua




Non si ferma l'odissea delle migliaia di profughi e migranti che battono la 'rotta dei Balcani' e che sono in marcia perenne verso la prospera Europa. Non si arresta neanche davanti alla barriera metallica e di filo spinato che il governo conservatore di Viktor Orban sta ultimando di erigere nel sud dell'Ungheria, lungo tutti i 175 km della frontiera con la Serbia. A dimostrarlo sono le migliaia di nuovi arrivi che si registrano quotidianamente in territorio magiaro, ben tremila nelle ultime 24 ore, fra i quali 700 bambini. La stragrande maggioranza sono siriani, afghani e iracheni in fuga dalle guerre che sconvolgono i loro Paesi, ma vi sono anche tanti pachistani, palestinesi e africani. Un flusso che appare inarrestabile e che sembra quasi deridere le autorità di Budapest e la loro decisione sul muro 'difensivo' dall'invasione di migranti.