mercoledì 26 agosto 2015

 giudice federale ha sospeso le esecuzioni capitali in Mississippi



Un giudice federale ha sospeso le esecuzioni capitali in Mississippi,vietando l'uso di pentobarbital o midazolam, due farmaci impiegati per l'iniezione letale. Lo riferiscono i media americani. Il Mississippi è uno dei diversi stati dove il cocktail dei farmaci per le esecuzioni è messo sotto accusa come sistema inusuale e crudele, quindi vietato dalla costituzione americana.
Attualmente il pentobarbital è difficile da reperire a causa delle pressioni, anche internazionali, sulle società che lo fabbricano. Il Mississippi aveva deciso di sostituirlo con il midazolam, ma questo farmaco è stato utilizzato in esecuzioni in Ohio, Oklahoma e Arizona, dove la sofferenza dei condannati è apparsa evidente.
Nelle condanne a morte con iniezione letale, il pentobarbital o il midalozam vengono usati per rendere incosciente il condannato. Un'altra sostanza provoca paralisi e una terza ferma il cuore.