lunedì 31 agosto 2015


No al razzismo del signor Buonanno Gianluca euro
deputato della Lega- occorre firmare la petizione per
farlo decadere dal suo seggio.



 L'eurodeputato Gianluca Buonanno ha replicato ai promotori della petizione definendoci dei "fancazzisti". Noi ci atteniamo ai fatti: e cioè all’elenco sterminato di dichiarazioni razziste di cui Buonanno è stato protagonista in questi anni (in bella compagnia con altri galantuomini leghisti). E ribadiamo che proporre “il filo spinato elettrificato per i clandestini” non è né una battuta né un’affermazione che attiene alla libertà di espressione ma è un reato di istigazione compiuto da un rappresentante delle istituzioni. Ed è un fulgido e triste esempio di quell’”hate speech” – Buonanno se lo faccia tradurre – che l’Associazione Carta di Roma insieme ad altre organizzazioni della società civile tra cui Articolo21 sta combattendo: il linguaggio dell’odio”. “Per questo proseguiamo con la nostra raccolta di firme, ringraziando tutti coloro che l’hanno fin d’ora sottoscritta e i tanti che ancora lo faranno per testimoniare il loro netto rifiuto di linguaggi e pratiche razziste.