venerdì 11 settembre 2015

11 settembre 2001 attacco alle torri 

gemelle :l'AMERICA si ferma 

per ricordare




L'11 settembre 2001 è una data già entrata nella storia. A Ground Zero, luogo simbolo degli attacchi, nel cuore di New York, il tempo si è nuovamente fermato e, nel silenzio, una campanella ha ricordato quel giorno di 14 anni fa. Uno per uno i nomi delle vittime sono stati ripetuti in una cerimonia che, dopo anni, è tornata pubblica sul luogo delle Twin Towers, per un momento di commemorazione collettiva.
"14 anni dopo gli attacchi terroristici dell' 11/9, onoriamo coloro che abbiamo perso. Salutiamo coloro che garantiscono la nostra sicurezza. Ci leviamo piu' forti che mai". Lo ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti Barack Obama nel 14/mo anniversario dell'11 settembre.
La cerimonia più importante si svolgerà al memoriale dell'11 settembre a New York. Le famiglie delle vittime si riuniranno nella piazza del memoriale e rimarranno in silenzio nel momento esatto dello schianto degli aerei contro le due Torri gemelle e del loro crollo. Poi saranno letti i nomi di tutte le vittime.


Riservato al mattino ai famigliari delle vittime, nel pomeriggio il sito sarà aperto anche al pubblico. Ma cerimonie di commemorazione sono previste in tutto il paese e vi parteciperanno migliaia di persone. Al Pentagono, un altro degli obiettivi dei terroristi, ci sarà un'alzabandiera all'alba. Il presidente Barack Obama, insieme alla first lady parteciperà ad un minuto di silenzio nel giardino della Casa Bianca e incontrerà i militari della base di Fort Meade, nel Maryland.