venerdì 11 settembre 2015


11 settembre 2001


La mattina dell'11 settembre 2001 diciannove affiliati all'organizzazione terroristica di matrice fondamentalista islamica al-Qāʿida dirottarono quattro voli civili commerciali. I terroristi fecero intenzionalmente schiantare due degli aerei sulle torri nord e sud del World Trade Center di New York, causando poco dopo il collasso di entrambi i grattacieli e conseguenti gravi danni agli edifici vicini. Il terzo aereo di linea venne dirottato contro il Pentagono. Il quarto aereo, diretto contro il Campidoglio o la Casa Bianca a Washington,si schiantò in un campo vicino Shanksville, nella Contea di Somerset (Pennsylvania), dopo che i passeggeri e i membri dell'equipaggio tentarono, senza riuscirci, di riprendere il controllo del velivolo.
Nell'attacco alle torri gemelle morirono 2.752 persone, tra queste 343 vigili del fuoco e 60 poliziotti. La maggior parte delle vittime era civile; settanta le diverse nazionalità coinvolte.

Tutto ciò autorizzò il presidente degli Stati Uniti GEROGE W. BUSH e alla cricca di guerrafondai che partecipavano al governo della nazione di iniziare una serie di sanguinose ed inutili guerre che avevano ufficialmente lo scopo di punire gli autori degli attentati mentre in realtà servivano per impossessarsi delle grandi riserve petrolifere del medio oriente. Ancora oggi a distanza di 14 anni innocenti muoiono a causa di quelle scellerate scelte effettuate dall'amministrazione americana. Afghanistan, Iraq ed ora anche la Siria sono sotto attacco e migliaia di innocenti, sopratutto bambini, stanno pagando con la vita queste scelte assolutamente inutili. Tutto ciò incentiva l'integralismo e il fondamentalismo religioso e L'ISIS è figlio  legittimo di tutto ciò.