giovedì 17 settembre 2015


Confindustria rialza stime Pil, disoccupazione in diminuzione

Csc, scenario economico più favorevole, biennio di recupero


Il Centro studi di Confindustria rialza le stime del Pil per quest'anno e il prossimo indicando rispettivamente un +1% ed un +1,5% e migliorando così la precedente previsione di giugno (+0,8% e +1,4%). Il Csc parla di un "biennio di recupero", in uno scenario economico che "durante l'estate è mutato" e che nel complesso "risulta più favorevole".

Disoccupazione "in diminuzione": nel 2015 sarà in media del 12,2% e scenderà all'11,8% nel 2016. E' la nuova previsione del Csc, che rivede in meglio le ultime stime di giugno nelle quali indicava un tasso di disoccupazione al 12,3% per quest'anno e al 12% per il prossimo.

Il Centro studi di Confindustria negli 'scenari economici' prevede nel biennio 2015-2016 "la creazione di 494 mila posti di lavoro". "Il biennio previsivo si chiuderà con 278mila occupati in meno rispetto a fine 2007 ma con +494mila rispetto al 2014". Risultato, sottolinea, delle nuove misure sul lavoro: sgravi contributivi e Jobs act.