lunedì 28 settembre 2015

Fisco, Renzi: "Ue non deve mettere bocca sulle scelte dei Paesi"

"Ricordo all'Europa e a me stesso che il compito dell'Europa non è quello di mettere bocca su quali scelte fiscali fa uno Stato. L'Europa ha tanti compiti, deve occuparsi di tante questioni ma non deve decidere al posto dei singoli Paesi quali scelte fiscali deve fare". Lo ha detto Matteo Renzi a New York, a margine dell'Assemblea dell'Onu.
"Quali tasse ridurre lo decidiamo noi, non un euroburocrate a Bruxelles -ha aggiunto il premier-. Per molti anni l'Italia ha alzato le tasse venendo incontro all'Europa, questa volta è bene che gli italiani sappiano che decidiamo noi ma le riduciamo le tasse. L'Europa faccia il suo mestiere e noi il nostro e sul nostro decidiamo noi". "Non ho esagerato sul fatto che l'Italia può essere meglio della Germania", ha proseguito. "Se l'Italia fa quello che deve fare può esserlo. Oggi non lo è. L'Italia ha una condizione positiva ma non a livello della Germania, ma se facciamo bene il nostro lavoro possiamo competere con gli amici tedeschi in molti settori", ha aggiunto.