giovedì 3 settembre 2015


Il treno gremito di migranti partito 
da Budapest...........

Il treno gremito di migranti partito da Budapest verso Sopron, (alla frontiera verso l'Austria) si è fermato a Bicske dove funziona un campo profughi. I poliziotti hanno fatto scendere tutti quelli che non hanno documenti validi e stanno cercando di farli salire su pullman predisposti. I migranti, raggruppati nella stazione scandiscono "No camp". 
La responsabilità dei tumulti di oggi alla stazione Keleti di Budapest è della Germania, ha detto il vicepremier Janos Lazar sottolineando che l'Ungheria si atterrà alle regole di Schengen e Dublino. Budapest vuole registrare tutti coloro che sono entrati nel paese ed avviare la procedura d'asilo per coloro a cui spetta il riconoscimento di questo diritto.
Nell'elaborare la proposta per un meccanismo di ricollocamenti intra-Ue permanente, da attivare in situazioni di crisi, secondo quote obbligatorie, la Commissione Ue sta ragionando sulla possibilità di prevedere l'opt-out per i Paesi che non vogliono partecipare, ma accompagnato da sanzioni.
"E' dovere dell'Europa dare una risposta unitaria, dare una risposta che parta dal diritto d'asilo europeo, da iniziative europee sull'accoglienza e gestione dell'emergenza, dal rimpatrio europeo, ma anche da una strategia globale che tenga insieme gli interventi fondamentali da fare nei paesi d'origine", ha detto il premier Matteo Renzi.