martedì 8 settembre 2015



Migranti: Merkel, in Germania 500mila l'anno. Via da Italia in 40mila. Multe a chi rifiuta piano Ue

Orban insiste su costruzione muro. Scontri a confine tra Serbia e Ungheria



Migranti: i due volti dell'Europa. Mentre l'Ungheria invoca la chiusura delle frontiere e il premier Viktor Orban chiede più operai per la costruzione del muro anti-migranti, la Germania procede con la politica dell'apertura e fa sapere di essere disponibile ad accogliere 500mila immigrati l'anno per più anni. Intanto è atteso il piano Ue sui ricollocamenti. I Paesi potranno rifiutarlo per un solo e per motivi gravi, pagando una multa dello 0,002% del Pil. Ma, ha detto la Cancelliera tedesca, Rispetto all'obiettivo di quote vincolanti di migranti"siamo purtroppo molto lontani e pensiamo che qualcosa debba cambiare". Nel frattempo prosegue l'esodo dei profughi anche lungo la ROTTA BALCANICA
Il volto duro di Orban - Bisogna "accelerare" la costruzione del muro al confine con la Serbia, dove servono più operai: lo ha detto il premier ungherese Viktor Orban al quotidiano Magyar Idok. Ieri Orban ha visitato a sorpresa la zona di confine dove viene eretto il muro anti-migranti. Il 15 settembre è il termine annunciato per la fine dei lavori.

Germania, disposti ad accogliere 500mila migranti l'anno - Il vicecancelliere tedesco Sigmar Gabriel annuncia che la Germania può accogliere 500 mila migranti all'anno per alcuni anni. "Penso che possiamo farcela certamente con mezzo milione di persone, per alcuni anni", ha affermato. "Non ho dubbi, forse anche di più". Intanto AngelaMerkel ha ribadito la necessità di aiutare Italia e Grecia. "Da sole non ce la fanno"