sabato 5 settembre 2015

NESSUNO TOCCHI CAINO

no alla pena di morte nel mondo !!!!!!!!



1.  LA STORIA DELLA SETTIMANA : CINA: PENA DI MORTE ELIMINATA PER NOVE REATI 2.  NEWS FLASH: IRAN: PETIZIONE DI #NESSUNOTOCCHICAINO PER FERMARE LA CONDANNA A MORTE DI MOHAMMAD ALI TAHERI #SALVIAMOMOHAMMAD 3.  NEWS FLASH: ARABIA SAUDITA: 130 ESECUZIONI DA INIZIO ANNO 4.  NEWS FLASH: NORTH CAROLINA (USA): RISARCITI PER INGIUSTA DETENZIONE 5.  NEWS FLASH: CIAD: FUCILATI 10 MEMBRI DI BOKO HARAM 6.  I SUGGERIMENTI DELLA SETTIMANA :


CINA: PENA DI MORTE ELIMINATA PER NOVE REATI
29 agosto 2015: la Cina ha modificato il suo codice penale, inasprendo le condanne per la corruzione, ridefinendo il rapporto sessuale con prostitute minorenni come stupro ed eliminando la pena di morte per nove crimini, hanno riportato media di stato.

Il Comitato Permanente del Congresso Nazionale del Popolo ha stabilito che le persone riconosciute colpevoli di gravi accuse di corruzione e che sono state condannate a morte con pena sospesa per due anni riceveranno la commutazione in ergastolo dopo un periodo di due anni, ha detto la Xinhua.
Il cambiamento serve a "salvaguardare l'equità giudiziaria" ed evitare che " i criminali più corrotti scontino pene detentive più brevi per mezzo della commutazione", ha detto il Congresso, riportato dall’agenzia di stampa ufficiale.
Ruan Qilin, professore presso l'Università della Cina di Scienze Politiche e Giurisprudenza, ha detto che il cambiamento delle condanne per corruzione è stato pensato per i funzionari che utilizzano mezzi illegali per beneficiare della commutazione della pena o per accedere alla libertà condizionale o pene non detentive, ha scritto l'agenzia.
Il presidente cinese Xi Jinping ha lanciato una grande campagna per reprimere la corruzione nel Paese, promettendo di colpire funzionari ad ogni livello.
I critici, tuttavia, dicono che non ci sono garanzie riguardo all’uso della campagna per scopi politici e che nessuna riforma di sistema è stata introdotta per combattere la corruzione.
La Cina ha anche abrogato il reato di sesso con prostitute minorenni, che è stato ridefinito come stupro, un reato soggetto a punizione più dura, ha detto la Xinhua.
Precedentemente, a norma di legge le persone che avevano rapporti sessuali con prostitute di età inferiore a 14 anni rischiavano al massimo 15 anni di prigione, secondo l'agenzia. Chi viene riconosciuto colpevole dello stupro di un minore può invece essere condannato a morte.
Il Congresso ha inoltre approvato l’eliminazione della pena di morte per nove reati, ha reso noto la Xinhua.
Questi includono il contrabbando di armi, munizioni, materiali nucleari e moneta falsa; la contraffazione di valuta; raccolta fraudolenta di fondi; aiutare o forzare una persona a praticare la prostituzione; ostacolare l’adempimento del dovere di un poliziotto; e la creazione in tempo di guerra di voci finalizzate ad ingannare persone.
La Xinhua ha precisato che la pena massima per questi crimini sarà l’ergastolo.
(Fonti: AFP, 29/08/2015)









---------------------------------------
NESSUNO TOCCHI CAINO - NEWS FLASH

IRAN: PETIZIONE DI #NESSUNOTOCCHICAINO PER FERMARE LA CONDANNA A MORTE DI MOHAMMAD ALI TAHERI #SALVIAMOMOHAMMAD
3 settembre 2015: Mohammad Ali Taheri è un cittadino iraniano accusato di "diffondere la ‪corruzione in ‪terra" e per questo condannato a morte.
Taheri, però, non è altro che fondatore di un movimento spirituale che pratica le teorie di ‪‎medicina alternativa utilizzate in ‪‎Iran e altrove. Non ha commesso alcun crimine. Non ha ammazzato nessuno ma si prendeva cura di molti. Viene punito solo per aver pacificamente esercitato i diritti alla libertà di religione, di espressione e di associazione. Secondo le norme internazionali sui ‪‎dirittiumani inoltre, la pena di morte può essere utilizzata solo per "i crimini più gravi", considerando tali quelli relativi a omicidi intenzionali. Mohammad Ali Taheri استاد محمد علی طاهری è attualmente in sciopero della fame dal momento che non gli è stato permesso di incontrare il suo avvocato. Alcuni dei suoi seguaci sarebbero stati arrestati e torturati, mentre altri sono in sciopero della fame in solidarietà con Mohammad Ali Taheri. Nelle ultime  due settimane, molte organizzazioni internazionali ed il Dipartimento di Stato americano hanno biasimato la condanna. Nel mondo sta crescendo una mobilitazione contro la sua condanna a morte e noi abbiamo intenzione di sostenerla. Abbiamo deciso di iniziare tramite la petizione rivolta a: Il Presidente della Repubblica Islamica dell'Iran Hassan Rouhani حسن روحانی,
L’Alto Commissario ONU per i Diritti Umani Zeid Raad Zeid Al-Hussein, L'Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini Il Ministro degli Affari Esteri e delle Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni e che proponiamo a voi qui di seguito.
Per firmare la petizione usa il link sotto riportato.

ARABIA SAUDITA: 130 ESECUZIONI DA INIZIO ANNO
3 settembre 2015: le autorità saudite hanno giustiziato un prigioniero riconosciuto colpevole di omicidio, portando a 130 il numero dei detenuti giustiziati nel Regno da inizio anno, secondo un conteggio tenuto dall’agenzia AFP sulla base dei comunicati ufficiali del ministero degli interni saudita.
Il cittadino saudita Mashari al-Shammari era stato condannato a morte per l’omicidio di Sufouq al-Shammari, membro del suo stesso gruppo tribale, che aveva furiosamente aggredito con una pistola, un coltello e un bastone, ha reso noto il Ministero degli Interni.
La decapitazione è stata praticata nella città nord-orientale di Hafr al-Baten, vicino al confine con l’Iraq. (Fonti: AFP, 3/9/2015) Per saperne di piu' :

NORTH CAROLINA (USA): RISARCITI PER INGIUSTA DETENZIONE
2 settembre 2015: 750.000 dollari di risarcimento per ingiusta detenzione sono stati assegnati a Henry McCollum e Leon Brown.
Il 4 giugno il governatore Pat McCrory aveva graziato McCollum e Brown, passo formale indispensabile a che i due fratellastri potessero avere un risarcimento per 30 anni di ingiusta detenzione.
McCollum, oggi 51 anni, nero, e Brown, oggi 47 anni, nero, sono gli “esonerati” n° 146 e 147 della lista del DPIC, e dal giorno del rilascio hanno vissuto in ristrettezze economiche.
Il 2 settembre 2014 il giudice Douglas Sasser della Robeson County aveva ratificato il ritiro di tutte le accuse contro McCollum, condannato a morte, e suo fratello Leon Brown (che stava scontando una condanna all'ergastolo) disposto dal nuovo procuratore distrettuale della contea, Johnson Britt. Dopo una ultima notte in cella per la complessità delle procedure burocratiche da espletare da parte del carcere, nella prima mattinata del 3 settembre i due uomini vennero scarcerati.
I due, all'epoca molto giovani (19 e 15 anni) ed entrambi con ridotte capacità mentali, vennero arrestati con l'accusa di aver violentato e ucciso una bambina di 11 anni, Sabrina Buie.
Vennero condannati a morte nel 1984 con unica prova a loro carico una confessione, non videoregistrata, che i due avrebbero rilasciato alla polizia dopo un lungo interrogatorio.
In considerazione dell'età, Brown ebbe in seguito la condanna ridotta all'ergastolo. Il caso era stato seguito negli ultimi 20 anni dal Center for Death Penalty Litigation di Durham, che dopo una serie di richieste respinte era riuscito a ottenere nuovi test del Dna. I test avevano non solo stabilito la completa estraneità dei due fratelli allo stupro, ma hanno anche individuato quello che sembra con ogni evidenza il vero responsabile, Roscoe Artis, che viveva a 100 metri dall'abitazione della vittima, e che meno di un mese dopo venne arrestato per aver violentato e ucciso, in situazioni praticamente identiche, una ragazza di 18 anni, Joann Brockman.
Artis, accusato di altre aggressioni sessuali, venne condannato a morte per l'omicidio Brockman (in seguito anche la sua condanna è stata ridotta all’ergastolo), ma la polizia non volle mai incrociare i suoi dati con quanto ritrovato sulla scena dell'omicidio Buie. Ancora oggi il nuovo procuratore della Robeson County, Britt, non ha deciso se processare Artis.
All’udienza di oggi ha presenziato solo McCollum. Brown invece è ricoverato. Dalla scarcerazione, ha raccontato il suo avvocato, è la 6° volta che viene ricoverato per problemi mentali, che comprendono allucinazioni e forte depressione.
Il denaro, hanno spiegato i legali dei due fratelli, verrà versato in un fondo, e sarà amministrato in modo da consentire ai due, entrambi portatori di handicap mentali, di vivere ospitati dai familiari.
Il North Carolina è uno dei 30 stati che prevede un risarcimento per ingiusta detenzione, che la legge fissa in 50.000 dollari l’anno, con un tetto di 750.000 dollari. È invece l’unico stato degli Usa ad avere istituito la Innocence Inquiry Commission. La Innocence Commission è una commissione statale che quando decide positivamente manda il caso ad una corte composta da 3 giudici per il riesame formale della sentenza. Da quando la Commissione ha iniziato i suoi lavori il 1° novembre 2006 ha ricevuto 1.600 richieste di riesame, ne ha accolte 6, e di queste, 4, compresi i casi di McCollum e Brown, sono culminate in un proscioglimento. (Fonti: Associated Press, 02/09/2015) Per saperne di piu' :

CIAD: FUCILATI 10 MEMBRI DI BOKO HARAM
29 agosto 2015: il Ciad ha fucilato 10 membri del gruppo islamista nigeriano Boko Haram, il giorno dopo che erano stati condannati con l'accusa di terrorismo, hanno informato fonti della sicurezza. "Sono stati fucilati questa mattina presso il poligono di tiro di Massaguet", ha detto una delle fonti, riferendosi alla città distante circa 60 km a nord est della capitale N'Djamena.
Tra i giustiziati figura Mahamat Moustapha, un camerunese di 30 anni, che era stato accusato di essere la mente dietro una serie di attentati a N'Djamena.
Più di 40 persone sono state uccise in questi attacchi nel mese di giugno e luglio, spingendo il presidente ciadiano Idriss Deby ad introdurre una serie di nuove e severe leggi anti-terrorismo.
Il Ciad è un paese leader della forza militare regionale che combatte Boko Haram. Deby sostiene che il movimento jihadista potrebbe essere distrutto entro la fine dell'anno. (Fonti: Reuters, 29/08/2015) :