giovedì 17 settembre 2015

POTPOURRI di Guido Michi

                   IO STO CON MATTEO

Si vorrebbe far accadere a Roma qualcosa che è già accaduto in quel di SESTO FIORENTINO.
A Sesto una congiuretta di palazzo ha costretto alle dimissioni Il sindaco espressione del Partito Democratico politicamente vicina al presidente del consiglio e segretario nazionale del P.D..
Facendo le dovute differenze, da una parte si è costretto alle dimissioni  Sara Biagiotti sindaco  di un comune anche se abbastanza grande  ma pur sempre piccolo rispetto alla  presidenza del consiglio di Matteo Renzi. In entrambi i casi i congiurati pur cambiando nome e cognome sono rappresentativi di quell'area che normalmente viene definita minoranza democratica. I D'Alema i Bersani non si rassegnano ad essere ormai figure marginali e poco significative nel quadro politico nazionale. Uomini che hanno costantemente portato alla sconfitta la sinistra riformista italiana. Il vero riformismo loro non sanno neanche cosa sia e dove stia di casa. Sono inebriati solo dal potere. D'Alema a causa delle sue smanie compulsive legate alla conquista del potere fece saltare il primo governo Prodi, anche se la responsabilità fu attribuita a Bertinotti. La pistola fumante fu messa nelle mani del Fausto dal golfino di cachenire, in realtà i veri responsabili che operarono nell'ombra furono i D'Alema, i Marini con la supervisione di quel volpone di Cossiga. Questa sciagurata operazione consegnò di fatto l'Italia nelle mani di Berlusconi. Oramai sono lustri che si aspettano serie riforme sociali e istituzionali che servano a rendere il nostro paese più moderno e più attrattivo per la grande finanzia internazionale. Finalmente dopo tanti e ripetuti insuccessi di politici che dichiaravano di voler portare avanti le dovute riforme  è comparso un giovane intraprendente che le sta realizzando, ed i soliti noti che fanno ??? cercano di boicottarle con il reale rischio di far cadere il governo. Se ai tempi di Prodi il governo del paese fu di fatto consegnato a Forza Italia oggi lo consegneremmo a questi nuovi fascisti che sono i grillini e/o i leghisti. Ecco perchè io sto con MATTEO e da cittadino di Sesto io sto con SARA.