venerdì 4 settembre 2015

Ali Özdemir, 14enne, è scappato dalla guerra in Siria.
Nel maggio 2014, insieme ad altri nove rifugiati era quasi arrivato al confine con la Turchia, quando ha sentito parlare in turco e poi degli spari.
Ali è stato colpito alla testa: ha perso la vista e il senso dell'olfatto.
Amnesty International chiede alle autorità turche di indagare sulla sparatoria che ha coinvolto Ali e di assicurare alla giustizia chi ha ordinato o realizzato l'attacco.







Dona ora

 







FIRMA I NOSTRI APPELLI
 
Ringrazio Amnesty per il grande sostegno che mi ha reso vincitore in questa situazione.
I soci e gli attivisti di Amnesty International sono i miei eroi.

Moses Akatugba, condannato a morte in Nigeria
e graziato il 28 maggio 2015
FIRMA I NOSTRI APPELLI
DONA ONLINE CON
DONA ONLINE CON
CARTA DI CREDITO



Hai ricevuto la newsletter da un amico? Iscriviti
Ci trovi anche su:
Facebook
Twitter
Iscriviti alle newsletter tematiche di Amnesty Italia:
Pena di morte, Donne, Giovani, Lgbti,
Scuola, Individui a rischio.
invia a un amico
Il trattamento dei dati degli iscritti alla newsletter è conforme a quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196). Se non desideri ricevere ulteriormente questa newsletter clicca qui per rimuovere il tuo indirizzo email