venerdì 11 settembre 2015

Siamo un paese di giustizialisti.....

Viviamo in un paese di giustizialisti, sopratutto quando la giustizia riguarda gli altri. Normalmente noi siamo sempre o al di sopra della legge o non accettiamo mai di rispondere delle nostre azioni......la colpa è sempre degli altri o del fato malevolo. Detto ciò chi si ricorda dei fatti che coinvolsero GIOVANNI SCATTONE ????? Era un brillante assistente universitario presso la facoltà di legge della SAPIENZA di Roma, fu accusato dell'omicidio di MARTA RUSSO. Ne seguì un processo molto discusso e molto discutibile. Non sta a me dire se la condanna che ne seguì fosse giusta o meno, come si dice le sentenze si devono sempre accettare. Comunque non è questo il punto che ci interessa al  momento. Voglio ricordare che viviamo nel paese del diritto e nel quale è vissuto ed ha operato un certo CESARE BECCARIA. Io ho sempre creduto che la pena oltre che ad essere punitiva fosse anche, ma oserei dire, sopratutto, RIEDUCATIVA. Il punto è il signor Scattone una volta scontata completamente la pena a cui era stato condannato poteva aspirare ad essere reinserito nella società ? Io credo proprio di si ! Lui è un insegnante ? Si ! Quindi poteva benissimo tornare ad esercitare la sua professione, da uomo libero quale egli ora è. Infatti gli era stata assegnata una cattedra di psicologia in una scuola romana. La stupida ribellione di alcuni genitori giustizialisti lo hanno costretto a rinunciare al diritto di poter onestamente lavorare. Per cortesia cambiamo il nome alle innumerevoli strade e piazze dedicate al BECCARIA noi non siamo degni. Siamo un popolo becero e profondamente cattivo, sempre pronto a giudicare gli altri senza voler essere mai giudicato.