martedì 1 settembre 2015

U.S.A. prende a pugni in tribunale

l'assassino della figlioletta


Dolore, rabbia, frustrazione. Di fronte all'assassino di sua figlia non è riuscito a non reagire e appena ha potuto lo ha preso a pugni in faccia. E' accaduto in un tribunale di Detroit, negli Stati Uniti.
A Dwayne Smith hanno ucciso la figlia di 3 anni. Quando si è trovato faccia a faccia con Clifford Thomas che, insieme alla madre della bimba Jasmine Gordon, è stato giudicato colpevole di omicidio colposo di Jamila, l'uomo non ha resistito e ha colpito con tutta la sua forza.
Al papà della piccola vittima è stato vietato di entrare in tribunale ma non gli è stato contestato alcun reato.