lunedì 7 settembre 2015


Ue: oltre metà dei profughi tra Germania, Francia e Spagna



Germania, Francia e Spagna accoglieranno il 59% dei 120mila richiedenti asilo che si trovano in Italia, Grecia e Ungheria. E' quanto prevede il nuovo schema di distribuzione della Commissione europea, anticipato da fonti di stampa e confermato da una fonte europea. La Germania, secondo il nuovo schema, potrebbe accogliere 31.433 persone, la Francia 24.031 e la Spagna 14.931. Fra le nuove misura che l'esecutivo Ue presenterà mercoledì prossimo c'è anche un inasprimento delle misure per il rimpatrio dei migranti.
In particolare, saranno 39.600 i richiedenti asilo che dall'Italia saranno redistribuiti verso gli altri Paesi dell'Unione. Secondo le nuove proposte della Commissione, riferiscono fonti europee, dall'Italia saranno ricollocati altri15.600 rifugiati, da sommare ai 24 mila già previsti dalla precedente proposta dell'esecutivo Ue. In totale saranno trasferite 160mila persone, di cui 66.400 dalla Grecia e 54 mila dall'Ungheria. Fra le nuove proposte ci sarà anche la velocizzazione delle procedure per il rimpatrio degli irregolari. L'esecutivo Ue proporrà una lista di Paesi sicuri, in modo da poter valutare più rapidamente le domande dei richiedenti asilo e rimpatriare i migranti arrivati in Europa per ragioni economiche. Fra i Paesi sicuri dovrebbero essere inseriti i Paesi balcanici e la Turchia, mentre non ne faranno parte Marocco e Tunisia.


Intanto, fino a 10.000 migranti dovrebbero arrivare in queste ore a Monaco di Baviera attraverso l'affollato precorso ferroviario dell'Ungheria e dell'Austria. Lo ha riferito dalla stazione ferroviaria principale di Monaco Christoph Hillenbrand, governatore dell'Alta Baviera, spiegando che il numero comprende tre treni speciali che arrivano da Vienna con 2.100 persone a bordo. Le autorità bavaresi stanno lavorando per gestire la situazione al meglio ma l'auspicio di Hillenbrand è che alcuni dei treni in arrivo siano state destinate ad altri Stati tedeschi. "Qui siamo al limite", ha detto, dopo un fine settimana in cui quasi 20.000 persone hanno presentato domanda di asilo politico. Di questi circa i due terzi sono stati sistemati all'interno del Land bavarese, lo Stato più grande della Germania.