martedì 24 novembre 2015

Se non visualizzi correttamente questa email clicca qui
dona
invia a un amico
condividi su facebook
twitter
Amnesty International
NEWSLETTER
24
NOVEMBRE 2015

In Tunisia le donne che hanno subito uno stupro sono troppe volte vittime. Anche della legge.
Uno stupratore può sfuggire alla condanna sposando la sua vittima, se questa ha meno di 20 anni. 
Una donna non può denunciare la violenza subita se ad aggredirla è suo marito.
Una vittima di stupro può essere considerata una criminale.
In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre, chiediamo alla Tunisia di proteggere le vittime di stupro.








 







Se non fosse stato per la vostra solidarietà, non avrei resistito. La solidarietà è ciò che ti rafforza di fronte all'ingiustizia e alla disperazione...
Azza Soliman, avvocata per i diritti umani dell'Egitto, prosciolta da ogni accusa il 24 ottobre
FIRMA I NOSTRI APPELLI
DONA ONLINE CON
DONA ONLINE CON
CARTA DI CREDITO



Hai ricevuto la newsletter da un amico? Iscriviti
Ci trovi anche su:
Facebook
Twitter
Iscriviti alle newsletter tematiche di Amnesty Italia:
Pena di morte, Donne, Giovani, Lgbti,
Scuola, Individui a rischio.
invia a un amico
Il trattamento dei dati degli iscritti alla newsletter è conforme a quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196). Se non desideri ricevere ulteriormente questa newsletter clicca qui per rimuovere il tuo indirizzo email