lunedì 28 dicembre 2015


IL GIORNO DELLA MEMORIA
Il 27 gennaio di ogni anno si celebra il Giorno della Memoria in ricordo dello sterminio del popolo ebraico da parte del Regime Nazista.
Ma il popolo ebraico non fu l'unica vittima delle crudeltà commesse dal Regime Nazista. Tra il 1933 e il 1945 migliaia di altri esseri umani vennero perseguitati,deportati nei campi di concentramento e sterminati.
In particolare furono deportati e sterminati oltre 15.000 OMOSESSUALI, 10.000 TESTIMONI DI GEOVA, 500.000 ROM E SINTI oltre a DISABILIOPPOSITORI POLITICI.
La nostra Società non può dimenticare uomini,donne,bambini appartenenti a questi gruppi crudelmente sterminati dal Regime Nazista. Per questi motivi, riteniamo sia doveroso integrare la legge che istituisce il Giorno della Memoria ( 20 luglio 200,n.211) nominando gli altri gruppi perseguitati che non sono stati esplicitamente nominati nel testo. Farne menzione significa riconoscerli, farli vivere nella memoria e contribuire,anche in questo modo, a superare quelle forme di razzismo che ancora oggi vedono questi gruppi sociali vittime di discriminazione di matrice razzista.