mercoledì 24 febbraio 2016

Che anno è stato il 2015 per i diritti umani? Scoprilo nel Rapporto annuale 2016
Non visualizzi correttamente questa email? Clicca qui
Invia per E-Mail

Condividi su Facebook

Condividi su Twitter

Image
NEWSLETTER
24
FEBBRAIO 2016


Image

Che anno è stato il 2015 per i diritti umani? Il quadro che emerge dal nostro ultimo rapporto è molto preoccupante.

Milioni di persone si sono messe in cammino per sfuggire a conflitti e repressione. Alla richiesta di aiuto e protezione, i governi hanno reagito alzando barriere e mettendo in primo piano gli interessi egoistici nazionali.
Le misure adottate per far fronte alla minaccia terroristica hanno stretto sempre di più le maglie della sorveglianza, mettendo a rischio i diritti di molti cittadini. I diritti umani sono stati dipinti come una minaccia alla sicurezza invece di essere considerati come l'unico antidoto al terrore e alla paura.

Le sfide per l'umanità non sono mai state così grandi e il sistema internazionale si è rivelato incapace di affrontarle. I segnali di speranza sono stati il risultato dell'attivismo della società civile e dei difensori dei diritti umani.
A loro è dedicato il Rapporto 2015- 2016.

Rettangolo arrotondato: Naviga il rapporto >>

FIRMA I NOSTRI APPELLI

Azerbaigian: Leyla e Arif Yunus
Almeno 18 prigionieri di coscienza si trovano nelle carceri azere, arrestati solo per aver pacificamente esercitato i loro diritti alla libertà d'espressione.

Venezuela: Leopoldo Lopez
Leopolodo López, leader del partito di opposizione Volontà Popolare, è stato arrestato nel 2014 con l'accusa di aver fomentato i disordini di piazza che in 2 mesi hanno causato 43 morti.

GRAZIE AMNESTY

"Vi siamo grati e pensiamo che continuare a chiedere la verità sia una battaglia anche per tutti quelli che, come Giulio, sono stati oggetto di inspiegabile violenza.
Per questo chiediamo un regalo a quanti si sentono vicini a nostro figlio e credono nei suoi ideali di vita e nella ricerca della verità: esponete quello striscione:
verità per Giulio"

I genitori di Giulio Regeni, ricercatore italiano ucciso in Egitto


LE NOSTRE INIZIATIVE

Verità per Giulio Regeni
Uno striscione, una richiesta, una campagna lanciata da Amnesty International Italia e la Repubblica: non dimenticare l'omicidio del ricercatore. Numerose le adesioni da parte di enti locali e personalità del nostro paese.
Human al cinema dal 29 febbraio al 2 marzo
Human è un inno alla varietà dell’umanità e ai suoi diritti! Filmato in 60 paesi in più di due anni, le 2.020 persone intervistate ci guardano dritto negli occhi e ci offrono storie autentiche e commoventi, in 63 lingue.
Scopri i cinema
Dinara Yunus in Italia
Le voci di dissenso in Azerbaigian sono spesso oggetto di accuse inventate, aggressioni, ricatti da parte delle autorità. Il 26 febbraio Dinara Yunus, figlia di due dissidenti, porterà la sua testimonianza in un incontro a Roma.

Il tuo 5x1000 ad Amnesty International

Image
Facebook

Twitter

Il trattamento dei dati degli iscritti alla newsletter e conforme a quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196). Se non desideri ricevere ulteriormente questa newsletter clicca qui per rimuovere il tuo indirizzo email