giovedì 17 marzo 2016

Comunicato
Associazione Luca Coscioni
per la libertà di ricerca scientifica.
Non vedi l'email correttamente?
Guarda la versione online
Ufficio Stampa
Associazione Luca Coscioni
ufficiostampa@associazionelucacoscioni.it
Telefono +39-06.68979.286

RICERCA: ALLA VIGILIA DEL PRONUNCIAMENTO DELLA CONSULTA, ASSOCIAZIONE L. COSCIONI LANCIA PETIZIONE PER LIBERA RICERCA SU STAMINALI EMBRIONALI IN ITALIA
IN UN VIDEO LA STORIA DI MARTINA, GIOVANE MAMMA DIABETICA: "SPERO CHE GIUDICI PERMETTANO A SCIENZA DI LAVORARE PER CURARE MALATTIE ANCHE PIU' GRAVI DELLA MIA"
Comunicato stampa dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica

Il 22 marzo prossimo la Corte Costituzionale sarà chiamata a decidere sulla possibilità, oggi vietata in Italia, di utilizzare per la ricerca scientifica i pre-embrioni altrimenti destinati a rimanere crioconservati. Quella contro il proibizionismo e per la libertà di ricerca sulle staminali embrionali è la principale battaglia intrapresa da Luca Coscioni, il leader radicale malato di SLA morto dieci anni fa. In vista di questo importante pronunciamento, l'Associazione Luca Coscioni ha lanciato una petizione perché sia eliminato questo divieto, che è uno degli ultimi rimasti in piedi della legge 40 smantellata nei tribunali.
"La ricerca sulle staminali embrionali - si legge nella petizione - è fondamentale per ricercare cure su malattie che colpiscono milioni di persone". L'obiettivo e' quello di "rimuovere un divieto che danneggia sia la ricerca che la salute" e "garantire la libertà di ricerca scientifica sugli embrioni non idonei per una gravidanza".
Nel nostro paese questi embrioni sono condannati alla distruzione, mentre i ricercatori italiani li importano dall’estero per poter continuare a cercare la cura per molte patologie gravi, ma anche per quelle più diffuse come il diabete, che in Italia affligge 5 milioni di persone. Cure che, se trovate, cambierebbero la vita di tanti malati come Martina, giovane mamma diabetica da quando aveva 11 anni, che in un video ha scelto di raccontare la propria storia e la proprie giornate condizionate dalla malattia.
La petizione è promossa dal ricercatore di fama mondiale Michele De Luca, Co-presidente dell'Associazione Luca Coscioni, da Filomena Gallo e Marco Cappato, segretario e tesoriere dell'Associazione Coscioni, con l'adesione di associazioni tra cui L'Altra Cicogna, Cerco un Bimbo, Amica Cicogna, Famiglie SMA, Parent Project, Hera, Aidagg, Ela Italia Onlus Associazione Europea contro le Leucodistrofie.
Follow on Twitter

Friend on Facebook

 
Ricevi questo messaggio perchè sei inserito nella lista dei destinatari dei nostri comunicati stampa
Associazione Luca Coscioni
via di torre argentina 76
Rome, Rm 00185
Email Marketing Powered by MailChimp