sabato 16 aprile 2016

GIANMBOLOGNA-IL DIAVOLINO DI PALAZZO 
VECCHIETTI-L'ORIGINALE AL MUSEO BARDINI 
FIRENZE 


La statuina detta comunemente dai fiorentini “il Diavolino del Giambologna” si trova sul cantone fra via de’ Vecchietti e via Strozzi: sul quel cantone si trova infatti il Palazzo della nobile casata dei Vecchietti, sull’ angolo del quale si trova il bronzetto in questione.
Secondo la tradizione, la statuina che raffigura il “Diavolino” sarebbe stata commissionata da Bernardo Vecchietti al Giambologna in ricordo di un avvenimento prodigioso avvenuto nel 1245 in Mercato Vecchio (oggi Piazza della Repubblica): durante una predica di san Pietro martire contro gli eretici particolarmente partecipata del popolo della città, sarebbe apparso, nel tentativo di disperdere la folla, il Demonio sotto le sembianze di un cavallo nero imbizzarrito. Si narra che il frate domenicano, resosi conto della reale entità dell’ apparizione, alzo il braccio e tracciò un grande segno di croce: in quel momento il cavallo nero si bloccò e scomparve nel nulla, proprio all’ altezza del cantone di via de’ Vecchietti dove è oggi posto il famoso “Diavolino“. Questo miracolo è ricordato anche in un affresco sulla facciata della Loggia del Bigallo, in cui si vede San Pietro da Verona benedicente che ferma il cavallo nero in corsa.