sabato 7 maggio 2016

FILIPPO BRUNELLESCHI ?-MADONNA COL BAMBINO 
    PALAZZO DAVANZATI FIRENZE        



La Madonna col Bambino in stucco e gesso (68x43 cm).
Già attribuita dal Berti alla bottega di Lorenzo Ghiberti, la indicò come facente parte di una serie replicatissima nel Quattrocento fiorentino del quale si conoscono circa ottanta esemplari. L'attribuzione si basava sulla presenza in una delle repliche (quella all'Arciconfraternita della Misericordia) di un rilievo di Eva ripreso dalla Porta del Paradiso.
Nel 2003 invece Luciano Bellosi (nel catalogo della mostra per il cinquecentenario di Masaccio), rileggendo alcune caratteristiche stilistiche e certi grafismi derivati dall'arte classica, la attribuì al Maestro del San Pietro di Orsanmichele, che altro non sarebbe se non il giovane Filippo Brunelleschi, del quale si ignorano sommamente gli inizi come scultore.
L'opera in particolare sarebbe attribuibile al 1402-1405, subito dopo il concorso per la porta nord del Battistero. Da questo modello o da un altro propotipo perduto, magari marmoreo, sarebbero state ricavate le circa ottanta copie con minime differenze (elencate da Gentilini), tra cui anche una terracotta policroma al Bargello.