sabato 14 maggio 2016

GIOVANNI DUPRE'-ABELE MORENTE GALLERIA 
D'ARTE MODERNA PALAZZO PITTI FIRENZE 
Giovanni Dupre' (Siena 1817 - Firenze 1882).

Dopo Lorenzo Bartolini lo scultore di maggiore spicco ed autorità in Toscana e fuori fu il senese Giovanni Duprè che iniziato all'arte dal padre intagliatore in legno e dopo un breve alunnato all'Istituto d'arte di Siena si trasferì a Firenze dove godette della stima e della protezione del Bartolini.
A venticinque anni (1843) modellò un Abele moribondo che gli diede subito fama (il marmo fu acquistato dallo zar di Russia, ora all'Ermitage, la replica in bronzo è nella Galleria d'arte moderna di Firenze), anche per lo scandalo suscitato dal suo realismo per cui fu calunniosamente accusato di aver fatto un calco dal vero:
tuttavia, con i suoi distesi profili e col suo delicato e attento modellato è una bellissima scultura, assai superiore all"urlante" ma freddo Caino che l'artista eseguì l'anno dopo.