sabato 21 maggio 2016

JACOPO DEL SELLAIO-IL FORZIERE DI ESTER-
GALLERIA DEGLI UFFIZI 

  FIRENZE  
                                                    


Il Forziere di Ester e Assuero è un insieme di tre pannelli a tempera su tavola (45x60 cm quello frontale, 45x63 quelli laterali) di Jacopo del Sellaio, databile al 1490.
Il forziere venne probabilmente realizzato per un matrimonio, viste le allusioni al tema della fedeltà. Si trattava di una produzione specializzata nella Firenze dell'epoca, che univa carpenteria, pittura, stucco e scultura, in cui la bottega di Jacopo del Sellaio era specializzata. Le tre scene, tratte dal Libro di Ester, mostrano influenze dell'arte di Domenico Ghirlandaio, nella ricchezza delle scenografie architettoniche in prospettiva, e di Bartolomeo di Giovanni, altro pittore di cassoni e forzieri.
Assuero, re di Persia, ripudiò la regina Vasti per la sua disobbedienza. Scelta come nuova moglie Ester, un'esule ebrea nipote di Mardocheo. L'avversione a corte per gli ebrei fa infine approvare un decreto per lo sterminio di essi in tutto il regno, ma l'influenza di Ester e di Mardocheo ne permette l'abrogazione. In generale, la scelta delle scene legate alla vicenda di Vasti, erano un monito verso la sposa all'obbedienza al marito.
Vivace è la narrazione e molto curata è la decorazione, in modo da gratificare i committenti.