sabato 29 ottobre 2016

       POTPOURRI        
di guido michi              


MI MERAVIGLIO
Che tante persone si stiano meravigliando di questa ammucchiata incestuosa di tanti fautori del NO al referendum sulle modifiche alla Costituzione. Vedere De Mita (Autorevole esponente della sinistra D:C:) assieme a tanti nostalgici del vecchio P.C.I. è per me una cosa normale visto che furono proprio loro a partorire quella mostruosità che andava sotto il nome di "COMPROMESSO STORICO" il cui regista era un certo Eugenio Scalfari direttore del giornale "LA REPU
BBLICA". Qualcuno sosterrà che al contrario esso serviva a salvare le nostre istituzioni democratiche ricordando ciò che in quegli anni era capitato in Cile. Purtroppo la realtà è meno nobile di quanto si voglia far credere, infatti, con la scusa del compromesso storico, fu dato inizio ad una politica di spartizione del potere politico ma sopratutto di quello economico,..... ciò che sta capitando oggi a certe banche, vedi MPS, deriva da scelte sciagurate avvenute proprio in quegli anni. Il sistema economico basato sul debito e guarda caso uno dei registi di quelle scelte così nefaste per la nostra economia fu un certo Cirino Pomicino anche lui schierato con il NO. La voragine nei nostri conti pubblici che a tutto oggi è causa ed effetto delle difficoltà che sta affliggendo la nostra economia, altro che Euro (moneta), o Unione Europea o i cosi-detti poteri forti.
La politica di quegli anni ha creato le condizioni per la nascita di quella mostruosità che si chiama M5S, e non a caso tutti appassionatamente si ritrovano schierati sotto la stessa bandiera del NO. Certi personaggi che si dichiarano di sinistra dovrebbero tornare in dietro nel tempo e rivedere cosa accadde negli anni '20 dello scorso secolo. La sinistra socialista e il P.C. d'I a causa della loro intransigenza ottusa e alla loro opposizione nei confronti del riformismo di Filippo Turati di fatto spianarono la strada alla conquista del potere da parte di Mussolini e del Fascismo. Corsi e ricorsi della storia. Oggi cari uomini della cosi detta sinistra con la vostra politica insulsa state preparando la strada a questo nuovo fascismo che è rappresentato dal M5S e voi, come allora, non ve ne state rendendo minimamente conto.
Anche se in alcune parti questa riforma non mi convince del tutto per i motivi che ho cercato in modo confuso di spiegare io al referendum VOTERO' SI,