venerdì 23 giugno 2017

Comunicato
Associazione Luca Coscioni
per la libertà di ricerca scientifica.
Non vedi l'email correttamente?
Guarda la versione online
Ufficio Stampa
Associazione Luca Coscioni
ufficiostampa@associazionelucacoscioni.it
Telefono +39-06.68979.286

Marco Perduca sabato al Quirinale a difesa dei diritti politici dei cittadini. Duran Adam con Staderini


Sabato mattina, alle ore 11, Marco Perduca, già senatore radicale e coordinatore della campagna “Legalizziamo.it”, si recherà al Quirinale per sostenere l’iniziativa nonviolenta di Duran Adam, avviata da Mario Staderini lo scorso 13 maggio e finalizzata alla restituzione ai cittadini italiani del pieno godimento dei diritti di iniziativa popolare.

Nelle settimane precedenti, lo stesso Staderini e Filomena Gallo -segretaria dell’associazione Luca Coscioni- hanno consegnato alla Presidenza della Repubblica due dossier che documentano quanto le leggi e le istituzioni dello Stato limitino la possibilità per cittadini di promuovere referendum e leggi di iniziativa popolare.

Sotto accusa, in particolare, gli oneri di autenticazione, vidimazione e certificazione delle sottoscrizioni previsti dalla legge 352 del 1970, oramai fuori dagli standard democratici internazionali e vigenti solo nel nostro Paese.

Anche Marco Gentili, Co-presidente dell’associazione Luca Coscioni, partecipando per due sabati al Duran Adam, ha scritto una lettera al Presidente Mattarella sottolineando come la mancata introduzione della possibilità di firmare online impedisca a tutte le persone malate o con difficoltà motorie di poter esercitare i loro diritti costituzionali.

“Di fronte a diritti negati rispetto ai quali, nonostante da tempo siano noti i problemi e le soluzioni, Parlamento e Governo rimangono inerti se non ostili- ha dichiarato Marco Perduca- “non possiamo che rivolgerci al Garante della Costituzione perché dia una risposta ai cittadini cui è impedito partecipare attivamente alle decisioni collettive. È davvero impensabile che, mentre da anni l’Unione europea permette la sottoscrizione online delle “citizens initiative” e perfino la repubblica di San Marino ha semplificato il sistema di autenticazione delle firme cartacee, i grandi partiti si nascondano dietro le procedure discriminatorie di una legge di 47 anni fa. Per questo, per difendere anche i diritti dei 67 mila cittadini che hanno sottoscritto la proposta di legge di iniziativa popolare per la legalizzazione della cannabis, consegnata lo scorso novembre in Parlamento insieme a Radicali italiani e altre organizzazioni, mi unirò anche io al Duran Adam”.
Follow on Twitter

Friend on Facebook

 
Ricevi questo messaggio perchè sei inserito nella lista dei destinatari dei nostri comunicati stampa
Associazione Luca Coscioni
via di torre argentina 76
Rome, Rm 00185
Email Marketing Powered by MailChimp